mercoledì 21 novembre 2012

Honeymoon

Abbiamo riflettuto molto su dove trascorrere la nostra luna di  miele e dopo mille pensamenti, io e Dvd abbiamo optato per gli Stati Uniti. Che per carità è un'opzione scontata ma dato che per viaggi in Paesi come la Thailandia, le agenzie di viaggio cercano di propinarti il loro modello di viaggio e non quello che vorresti tu, allora abbiamo deciso per qualcosa di meno esotico ma alle nostre condizioni.
Siamo stati via 17 giorni, prima tappa New York.

(Chrysler Building)

New York, non ho ancora capito bene cosa mi abbia lasciato. E' una città che ti inghiotte se non stai attento, ha fascino ma allo stesso tempo è estraniante. E' troppo tutto ecco.

Però ci sono dei luoghi che davvero tornerei a visitare, più della città stessa : il museo di Storia Naturale per esempio. Ci abbiamo messo più di tre ore a visitarlo e senza vederne un piano chiuso per restauro e le tre mostre provvisorie. Ci vorrebbe un giorno per visitarlo con calma e un giorno lo merita tutto, e altro che se ci tornerò! Tornerei volentieri anche per visitare il Metropolitan Museum e il Guggenheim, dato che per motivi di tempo abbiamo visitato solo il MoMa (per quanto riguarda l'arte).
Time Square la sera è un altro di quei luoghi in cui andare a fare due passi, così come Central Park, Coney Island, Greenwich Village e l'East Village, due quartieri che ci hanno lasciati piacevolmente stupiti, meno caotici di Manhattan e con più respiro, quartieri "bassi" (nel senso che mancano quei grattacieli che ti tengono con il naso all'insù come in gran parte della città), con palazzi e case rivestite di mattoncini rossi.

(Central Park)

Abbiamo visitato anche il memoriale dell'11 settembre, commovente, un'aura di silenzioso rispetto lo circonda e molte delle persone che abbiamo visto erano lì per piangere i loro cari.
Siamo saliti sul Top f the Rock, Rockfeller Center, a goderci la fine della prima giornata newyorchese, con le luci della città che si accendono piano piano colorando e rischiarando il cielo. La scelta del Rockfeller come osservatorio è stata fatta per due motivi: 1) se fossimo andati sull'Empire State Building non avremmo potuto vedere l'Empire state Building, 2) di solito vanno tutti all'Empire per vedere lo skyline newyorchese e di norma ci sono due ore di coda per comperare i biglietti e un'altra ora buona per arrivare in cima, invece al Top of the Rock no!
Ci siamo anche concessi un cupcake da Magnolia Bakery (uno solo si)...sarà stato grasso? probabile, la crema di burro avrebbe potuto stendere una mucca? anche questo probabile si...ma buono buono buonissimo squisito, delizioserrimo! ne avrei mangiati una montagna, ma il viaggio era ancora lungo, troppo lungo per farlo tutto arrancando! Quindi, se andate a New York, si, vi consiglio di passare a prendere una fetta di torta o un dolcetto qualsiasi alla Magnolia Bakery (che poi è la stessa che si vede a volte in Sex and the City).
Passate anche ad Harlem dato che ci siete, e prendetevi il pollo (sarà una coscia o un pezzo qualsiasi, ma tanto mentre vi guarderà dal piatto, vi sembrerà un pollo intero!) caramellato nel miele da "Amy Ruth's", un ristorante che fa cucina tipica del Sud; non avevo mai mangiato il pollo cucinato così e lo rimangerei volentieri!
Alcune delle mille mila immagini che abbiamo scattato. Le altre al prima possibile :D



(Coney Island)

(Coney Island)


(Flatiron Building)



Nessun commento:

Posta un commento

Lilypie - First Birthday